multimedia-annalauradiluggo

Vai ai contenuti
ANNALAURA DI LUGGO
Annalaura di Luggo (1970) è un’artista nata a Napoli dove vive e lavora. Presente alla 58.ma Biennale di Venezia  (Pad. Repubblica Dominicana - Palazzo Albrizzi-Capello) e alle Nazioni Unite di New York, il suo percorso si muove tra la ricerca multimediale e quella pittorica. Le sue opere e le sue installazioni, realizzate attraverso la fusione  di tecnologia e manualità, dialogano, per complessità e varietà, con  il fruitore che è protagonista dell’azione concettuale e stimolano il  dialogo su questioni sociali. Ha, con destrezza ed empatia, affrontato  l’incarcerazione (“Never Give Up”), le questioni ambientali ("Sea Visions  / 7 punti di vista"), i diritti umani ("Human Rights Vision"  per la Fondazione Kennedy di New York), la  cecità ("Blind Vision" presentato alle Nazioni Unite ed al Consolato Italiano di NY) e la natura e la biodiversità ("Genesis" per la 58ma. Biennale di Venezia). Per il progetto artistico Napoli Eden, ha utilizzato l’alluminio riciclato per costruire quattro gigantesche installazioni pubbliche site-specific che hanno  incoraggiato il dibattito sulla sostenibilità nella sua città: Napoli. Questo progetto ha ispirato la creazione del docufilm “Napoli Eden”, diretto da Bruno Colella che ne racconta il processo creativo. “Napoli Eden” è arrivato in Consideration per le nominations agli Oscar 2021 come miglior “Feature Documentary” ha vinto 8 festival internazionali e 8 nominations ed è stato selezionato dal MAECI (Ministero degli affari Esteri) nell’ambito del “Progetto Promozione Paese Italia nel mondo”, attraverso il Cinema di settore relativo all’arte. L’alluminio riciclato e la monumentalità ritornano anche in “Colloculi”, una gigantesca iride scultorea che trasmette contenuti multimediali ed immersivi, presentata in anteprima presso la Fondazione Banco Napoli del capoluogo campano e il cui processo creativo è il focus del documentario “We Arte Art”, diretto dalla stessa artista, la cui narrazione oscilla tra video arte e cinema sperimentale. Vasta la sua bibliografia, con interventi dei maggiori critici d’arte e personalità internazionali del mondo della cultura e dello spettacolo, tra cui Paul Laster, Stephen Knudsen, Rajsa Clavijo, Timothy Hardfield, Paco Barragan, Stefano Biolchini, Hap Erstein, Francesco Gallo Mazzeo, Gabriele Perretta, Vincenzo Trione, Andrea Viliani. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. Ha realizzato installazioni permanenti (Museo dell’Istituto P. Colosimo di Napoli, Museo del Carcere di Nisida), temporanee ed interattive (Nazioni Unite, New York; Art Basel/Scope New York, Basel & Miami; MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Fondazione Banco Napoli, Salone Nautico Internazionale di Genova; Torino Artissima/The Others Fair) volte a modificare la percezione dello spazio e le coordinate visive del reale. www.annalauradiluggo.com
PLURIBUS, 2018
installazione multimediale, ferro, specchi, 4 monitors, audio
cm 235x235 (JUS Museum, collezione permanente)

INTRO-SPECTIO, 2021
dibond forato + plexiglass (da Blind vision)
cm 70x50

INTRO-SPECTIO, 2021
dibond forato + plexiglass (da Sea visions)
cm 70x50

INTRO-SPECTIO, 2021
dibond forato + plexiglass (da Sea visions)
cm 70x50

INTRO-SPECTIO, 2021
dibond forato + plexiglass (da Occh-IO/Eye-I)
cm 50x70
PICTURA
cesareberlingeri
albertobiasi
agostinoferrari
giosettafioroni
pieroguccione
giovannileto
pierpaololista
ugonespolo
pinopinelli
salvatoreprovino
stefanantonreck
marioschifano
neliosonego
manuela toselli
giulioturcato
arturovermi

MULTIMEDIA
davidecoltro
enricode paris
annalauradi luggo
fabriziopassarella

IMAGO
nobuyoshiaraki
alessandrodi giugno
alennalauradi luggo
dorothealange
yasumasamorimura
cindysherman
francescawoodman

IM-PRESSIONEM
carlaaccardi
rodolfoaricò
agostinobonalumi
albertoburri
enricocastellani
pietroconsagra
tonycragg
pierodorazio
sergiofermariello
horacio garciarossi
giafrancopardi
pinopinelli
pieropizzicannella
mimmorotella
marioschifano
totiscialoja
turisimeti
ettoresordini
marcotirelli
giulioturcato
giuseppeuncini
arturovermi

JUS MUSEUM / PALAZZO CALABRITTO
NAPOLI 80121 Via Calabritto, 20
Palazzo Calabritto, piano nobile, scala B
t. 081 18191018 / m. 351 1137721 / info@jusmuseum.com
Orari: lunedì/venerdì  9.30/13.00 - 15.00/18.30
Altri orari e festivi previo appuntamento

JUS MUSEUM / PALAZZO DONN'ANNA
NAPOLI 80123 Largo Donn'Anna , 9 (Posillipo)
Palazzo Donn'Anna, scala B
Orari: previo appuntamento


CONTATTI | NEWSLETTER
 SI
 NO
Torna ai contenuti